Benvenuti a Novaria

Lo scriptorium

Della produzione di VIII secolo permangono frammenti di due lezionari e di una Bibbia, nonché la pregevole Collectio Novariensis, una importante raccolta di canoni conciliari, voluta dal vescovo Tito Levita (780-800). L'esame dei frammenti e dei pochi esemplari completi, con le loro caratteristiche stilistiche, permette non solo di svelare la presenza di amanuensi novaresi, ma anche di fare almeno una considerazione basata sulla tipologia dei frammenti e dei manoscritti risalenti a questo periodo: essi si riferiscono a due ambiti in particolare: liturgico e giuridico. Da ciò emerge chiaramente come a quest'epoca lo scriptorium fosse legato alle necessità del clero e alla produzione di testi d'uso frequente.

cappella

piccolicantori

 

musei